SNES STORY

Retrogames Oni’s History: capitolo 3

Pillole di storia dei videogiochi attraverso la mia collezione

SUPERNINTENDO!!!

I videogiochi stanno cambiando. Non  tanto il videogioco in se quanto il modo di videogiocare e l’utenza che ne usufruisce. I gusti delle nuove generazioni cambiano e con essi anche le software house devono adeguarsi, soprattutto in una situazione di attuale crisi così vasta e grave, dove la sopravvivenza l’assicurano solo guadagni stratosferici . Si cresce con Pes, Fifa e Call of duty, gli FPS dilagano e sempre più spesso validi prodotti vengono oscurati da queste saghe ormai piatte e noiose (non che non siano di qualità, ma un gioco all’anno sempre della stessa serie con lievi migliorie o addirittura piccoli peggioramenti dopo un pochino stufano), con delle sporadiche eccezioni ( vedi  Borderland 2 o Darksiders2 ad esempio).Titoli senza anima, riciclati ogni anno.

Purtroppo però le cose cambiano sotto i gusti della massa, e’ così, adattarsi o diventare reietti del mondo del gaming moderno!

Adattarsi! Adattarsi significa accettare i nuovi cambiamenti, ma non come degli zombie callofdutiani che seguono l’ odore della massa! Adattarsi significa sviluppare un occhio critico al quale può piacere sia l’ora dedicata ad un qualsiasi CoD , ma anche saper apprezzare quei prodotti che non sono solo Grafica e Pallottole con una telecamera piazzata in fronte al protagonista, significa essere videogiocatori, appassionati di questo mondo  capaci di riconoscere la qualità ed il divertimento di un qualsiasi tipo di videogioco e soprattutto significa non essere fanboy!

La storia , la noiosa storia ce lo insegna,per saper apprezzare appieno il mondo dei videogiochi a volte si deve guardare anche un pò indietro, ma questa e’ tutta un’altra storia e fidatevi, non e’ per niente noiosa!!! Una volta i videogiochi non prendevano voti altissimi soltanto per la grafica, ma soprattutto, a fare la differenza era il gameplay, il coinvolgimento, l’ORIGINALITA’ ed il divertimento che esso poteva regalare ai videogiocatori! La grafica meravigliosa non era data dalla mole dei poligoni che una console poteva gestire, ma era data soprattutto dalla bravura dell’artista, nel saper disegnare ed animare un mondo 2d (o sempre più spesso 3d con l’avvento delle console 32bit), fatto di mille colori che abbagliavano i nostri sguardi! Ciò che ci catturava era l’atmosfera in cui un gioco ci immergeva, il divertimento, il coinvolgimento che sapeva regalarci solo ed esclusivamente grazie ad un gameplay solido e divertente, immerso in un disegno dai colori più vari.

Stupendo esempio di questa storica era, fu il Super Nintendo , console a 16 bit della grande N che spopolava tra i nostri salotti negli anni 90!!!

Lanciata nel 1990 in Giappone, dove fa subito strage, arriva in Italia solamente nel 1992. Inizia subito un’accanita guerra tra i due colossi dei videogiochi più famosi dell’epoca, Nintendo e Sega.

In Giappone il dominio fu’ quasi ed esclusivamente della Nintendo, mentre in America ed Europa la lotta per il dominio del territorio da parte della grande N fu un pò più ardua ! La Sega, grazie al suo formidabile Sega Mega Drive, si difendeva bene! Nonostante ciò chi dominò l’era dei 16 bit fu proprio il Super Nintendo! Super Mario era ormai sulla bocca di tutti e chiunque conosceva  l’idraulico baffuto! Addirittura vennero prodotti due film su super Mario! Uno conosciuto ai più con il nome  “Il piccolo grande mago dei videogames” ed un altro più sconosciuto con Super Mario come protagonista chiamato proprio Super Mario Bros! Entrambi orribili, ma divertenti per ogni fan del mondo dei videogiochi!

Il super Nintendo rappresenta secondo me la migliore home console creata dalla Nintendo, niente a che vedere con il Nintendo 64 o il flop dell’affascinante Virtual Boy! I titoli prodotti per questa console  furono tantissimi , ma cosa più importante e’ che tantissimi erano di una qualità superlativa!

L’affascinante Virtual Boy Nintendo! Irrealtà virtuale???

Zelda a Link to the past, Final Fantasy III, VI, Secret of Mana, Super Street Fighter 2, F-Zero, King of the Dragon, il miracoloso Killer Instinct ( La Rare dei tempi d’oro ci sapeva fare!!!),Super Castlevania IV, Contra III, Donkey Kong Country, Demon’s Crest, Super Mario World, Super Mario Kart, Double Dragon, The Combatribes, Final Fight e chi più ne ha più ne metta, sono solo una piccola parte degli innumerevoli capolavori per Super Nintendo!

Quanti pomeriggi passati a giocare da solo o con amici! Mi ricordo come se fosse ieri di due Natali passati a giocare dalla mattina alla sera , con pause interminabili obbligatemi dai miei genitori, con Super Mario World  e Super Street Fighter 2….. Giocare con Street  fighter dentro casa era come aver realizzato un sogno!!! Indimenticabile!!!….. Bei ricordi!!!

Recuperare un Super Nintendo non è di certo difficile, soprattutto in versione  giapponese. I titoli si trovano ancora bene ed i prezzi, tolti alcuni titoli considerati rari, soprattutto in versione pal che raggiungono cifre a volte esorbitanti,vanno dai  20 ai 40 euro completi (box e libretto). Se si vuole spendere molto meno e spendere solo per videogiocare senza pensare al lato collezionistico ci sono i loose, ovvero solo le cartucce di gioco senza box, libretto ecc… che costano veramente poco e se siete fortunati alcuni titoli si possono reperire nei mercatini dell’usato.

Giochi giapponesiGiochi PalGiochi loose

Se siete amanti di Pro Evolution Soccer, sul supernintendo troverete le origini della serie grazie al favoloso International Superstar Soccer! Giocarci oggi oltre a farvi ancora divertire insieme agli amici, vi strapperà sicuramente anche qualche bel sorriso!

Ora amanti del pallone avete un motivo più che valido anche voi per curiosare tra i meandri delle meraviglie supernintendose!!!

3 pensieri su “SNES STORY

I commenti sono chiusi.